Close

02/01/2018

Calendario 2018

Ed eccoci arrivati anche quest’anno a mandare in stampa il nostro calendario, una tradizione che per i Vigili del Fuoco di Mattarello si ripete ormai da molto tempo. Per l’anno che è appena terminato il calendario ha visto il coinvolgimento nella sua realizzazione di bambini e bambine della scuola primaria d’infanzia “Il Castello” . In base ai disegni che ci hanno consegnato, abbiamo cercato di interpretare come potesse venire percepito il mondo dei pompieri dai nostri piccoli amici e abbiamo ricreato le situazioni illustrate con la promessa da parte loro di farci pervenire eventuali critiche se avessimo sbagliato.

Il Calendario del 2018 ci vede invece portare avanti un’idea tutta al femminile di realizzare uno strumento non solo utile, ma anche educativo. Lo scopo è quello di aiutare i nostri compaesani, in chiave semplice e talvolta ironica, a mettere in atto comportamenti corretti nella quotidianità e ad evitare situazioni che possano rivelarsi pericolose per se stessi e per gli altri. Le foto che vedono i vigili attori e protagonisti, sono rielaborate ed arricchite da inseriti animati realizzati da Dario Scaramuzza, disegnatore ed illustratore trentino che, grazie alla sua professionalità e pazienza nel comprendere i nostri obiettivi, è riuscito ad imprimere ad ogni immagine il dinamismo tra realtà e fantasia, che rende il concetto esposto di facile comprensione per grandi e piccini. Abbiamo da poco terminato nelle case degli abitati di Mattarello e Valsorda la distribuzione dei calendari e con nostra grande soddisfazione abbiamo notato come gli stessi abbiano immediatamente riscosso grande successo. Gradimento evidenziato dai nostri compaesani sia sui social network che personalmente a noi, cosa che ci ha resi molto orgogliosi del lavoro fatto. Accompagna il nostro viaggio nei 12 mesi dell’anno un piccolo e simpatico idrante, che ci aiuta a spiegare i comportamenti corretti da tenere nelle situazioni rappresentate. I vigili l’hanno scelto come mascotte, a cui però manca ancora un nome. A tale scopo abbiamo indetto un concorso fra i bambini dell’asilo e della scuola elementare per sapere come poterlo chiamare. Le cartoline di partecipazione sono state distribuite nelle scuole ed alcune ci sono già state riconsegnate. chi non lo avesse fatto e voglia partecipare, può restituire la cartolina mettendola nella cassetta della posta presente vicino al portone della caserma entro la fine di gennaio. Colui o colei che avrà inventato il nome più originale e simpatico, ad insindacabile giudizio di una severissima commissione, vivrà un’intera giornata da pompiere in caserma insieme a tutti noi., un’occasione da non perdere!